Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

La categoria

08/06/2020

AVVISO
Al fine di esaminare tempestivamente le richieste di concessione di spazi ed aree pubbliche il comune scrivente mette a disposizione la
modulistica (domanda) allegata, aggiornata alle novità introdotte dal c.d. decreto rilancio, recante "Misure urgenti in materia di salute,
sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19".
In particolare l’articolo 181 prevede l'esonero a decorrere dal 1° Maggio e fino al 31 Ottobre 2020 dal pagamento della tassa per
l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP) e del canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP) per le imprese di
pubblico esercizio di cui all'art. 5, L. 25 agosto 1991, n. 287, titolari di concessioni o di autorizzazioni concernenti l'utilizzazione del suolo
pubblico allo scopo di promuovere la ripresa delle attività turistiche, danneggiate dall'emergenza epidemiologica da COVID-19.
In dettaglio, sono esonerati:
a) esercizi di ristorazione, per la somministrazione di pasti e di bevande, comprese quelle aventi un contenuto alcoolico superiore al 21
per cento del volume, e di latte (ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, birrerie ed esercizi similari);
b) esercizi per la somministrazione di bevande, comprese quelle alcooliche di qualsiasi gradazione, nonché di latte, di dolciumi, compresi
i generi di pasticceria e gelateria, e di prodotti di gastronomia (bar, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari);
c) esercizi di cui alle lettere a) e b), in cui la somministrazione di alimenti e di bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di
trattenimento e svago, in sale da ballo, sale da gioco, locali notturni, stabilimenti balneari ed esercizi similari;
d) esercizi di cui alla lettera b), nei quali è esclusa la somministrazione di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione.
Si precisa altresì che per usufruire dell’esenzione è necessario presentare le domande per l’occupazione del suolo pubblico relative a
nuove concessioni ovvero di ampliamento delle superfici già concesse in via telematica all'ufficio protocollo
protocollo.coriglianorossano@asmepec.it, utilizzando la modulistica disponibile, senza applicazione dell'imposta di bollo.
Si segnalano infine delle disposizioni particolari:
1) Deroga codice dei beni culturali
È stabilito che, ai soli fini di assicurare il rispetto delle misure di distanziamento connesse all'emergenza da COVID-19, e comunque non
oltre il 31 ottobre 2020, la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico, da
parte degli esercenti le attività, innanzi viste, di strutture amovibili, quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane,
tavolini, sedute e ombrelloni, purché funzionali all'attività, innanzi viste, non è subordinata alle autorizzazioni di cui all'art. 21,
concernente gli interventi soggetti ad autorizzazione, e all'art. 146, relativo alle autorizzazioni attinenti la gestione dei beni soggetti a
tutela, del Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42).
2) Disapplicazione limite temporale
Viene sancito che per la posa in opera delle strutture amovibili, innanzi viste, è disapplicato il limite temporale di cui all'art. 6, comma 1,
lett. e-bis), D.P.R. n. 380 del 2001. Quest'ultima norma dispone che le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e
temporanee e a essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a 90 giorni,
previa comunicazione di avvio lavori all'amministrazione comunale.
Ciò premesso, si invitano le imprese/attività commerciali a produrre le richieste di concessione di spazi ed aree pubbliche al fine di poter
istruire in tempi brevi la luce delle normative sopra citate.
In caso di richieste pervenute da parte di più soggetti per superfici confinanti e sovrapponibili, prima del rilascio della concessione, i
competenti uffici tecnici provvederanno alla perimetrazione degli spazi da concedere previo sopralluogo da parte del Comando di
Polizia Municipale _ controllo edilizio.
Si confida nella fattiva collaborazione da parte dei destinatari delle concessioni sul rispetto dei limiti degli spazi concessi, anche in virtù
delle agevolazioni e semplificazioni previste dalla normativa per l’annualità vigente 2020.
Corigliano Rossano, 08/06/2020

F.to Il Dirigente del Settore Tributi - Dott. Danilo Fragale

Modello domanda TOSAP D.L.34-2020

AVVISO

indietro

torna all'inizio del contenuto