CONSEGNA A DOMICILIO - Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

La categoria

29/04/2020

La Regione Calabria ha emesso l’Ordinanza n. 36 del 24 aprile 2020 che prevede, al punto 2, che "gli esercenti le attività di cui all'art. 1 lett. aa) del DPCM 10 aprile 2020 (attività dei servizi di ristorazione, fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) per le quali è consentita la consegna a domicilio, in proprio o per conto terzi – da effettuarsi con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi - devono comunicare tale circostanza al SUAP del Comune competente, con le modalità già fissate dalle norme di settore; gli esercizi devono adottare le misure previste nell'allegato 1 dell'ordinanza, estratto delle Indicazioni ad interim sull'igiene degli alimenti durante l'epidemia da virus SARS-CoV-2 dell'Istituto Superiore di Sanità, revisione 19 aprile 2020".

Si allega un modello di comunicazione che può essere utilizzato per la trasmissione, a mezzo PEC, al SUAP del Comune ove ha sede l'impresa.

Indirizzo PEC SUAP Comune di Corigliano-Rossano:  suap.corigliano_rossano@pec.calabriasuap.it

MODELLO CONSEGNA A DOMICILIO IN PROPRIO O PER CONTO TERZI

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE N.36 del 24 Aprile 2020

ALLEGATO 1 - Indicazioni ad interim sull’igiene degli alimenti durante l’epidemia da virus SARS-CoV-2

 

VENDITA PER ASPORTO

Non è necessaria alcuna ulteriore comunicazione, atteso che si tratta di una facoltà già consentita dal titolo abilitante all’esercizio dell’attività

(art. 5, comma 4, legge 25 agosto 1991 n. 287 e successive modifiche ed integrazioni)

indietro

torna all'inizio del contenuto